Da quando hai chiesto

Ryanair ora le addebita letteralmente il bagaglio a mano.

Abbiamo già riferito in precedenza in merito al cambiamento di Ryanair nella politica del bagaglio a mano all’inizio del 2018. Ora, a partire da novembre 2018, la politica di Ryanair in materia di bagagli a mano è cambiata ancora una volta e non in meglio. Mentre prima era possibile avere un bagaglio a mano in stiva senza costi aggiuntivi, ora solo i passeggeri prioritari possono portare gratuitamente in cabina un bagaglio piccolo e un bagaglio a mano più un bagaglio a mano più grande. I clienti non prioritari possono portare solo un sacchetto piccolo, che deve stare sotto il sedile. Se i clienti non prioritari vogliono portare una seconda valigia più grande, possono acquistare una valigia da 10 kg a un costo inferiore durante il processo di prenotazione online. Questo bagaglio deve essere lasciato al check-in fisico in aeroporto. I passeggeri non prioritari che cercano di portare con sé un sacchetto più grande, a partire dall’8 gennaio 2019, pagano 25€ all’uscita d’imbarco, che in molti casi può ammontare alla metà se non all’intero importo del prezzo del volo.

Ancora una volta, Ryanair ha dimostrato totale disprezzo per il servizio clienti e ha rivelato che il suo modello di business è semplicemente quello di esca per i clienti con prezzi di volo ridicolmente bassi e farli pagare un extra per tutte le parti aggiuntive del servizio che è essenziale per loro. Non solo è impossibile fare un viaggio più lungo senza borsa, ma Ryanair tende anche ad utilizzare aeroporti più piccoli e più remoti che esistono in gran parte a causa dell’uso massiccio di compagnie aeree a basso costo, come Ryanair, WizzAir e EasyJet.

Questi aeroporti hanno spesso modalità di trasporto più costose (e spesso monopolistiche) verso le città che i passeggeri desiderano visitare. Ad esempio, un volo per Bruxelles con Ryanair va esclusivamente all’aeroporto di Charleroi di Bruxelles. Questo aeroporto si collega a Bruxelles solo in due modi: 1) un bus navetta di due ore che costa 14€ e 2) un viaggio in treno molto più lungo con scalo a Charleroi per circa 15€.

Un volo con Brussels Airlines o una delle altre grandi compagnie aeree che volano all’aeroporto di Bruxelles Zaventem sarà leggermente più costoso, ma il treno diretto per Bruxelles dura solo 15 minuti e costa circa 8€. Sono disponibili anche gli autobus De Lijn e STIB, che impiegano ancora circa 45 minuti per raggiungere Bruxelles Schuman nel quartiere europeo e costano tra i 3 e i 4,50€, a seconda del biglietto acquistato.

Non solo il viaggio verso Zaventem è più comodo, ma è anche molto più economico. Poiché le grandi compagnie aeree hanno recentemente sperimentato grandi ribassi di prezzo per competere con le compagnie aeree a basso costo, le loro offerte hanno cominciato a superare Ryanair & Co. Non solo molte delle grandi compagnie aeree (escluse le compagnie aeree di Bruxelles) offrono ancora bevande e snack gratuiti per i loro voli continentali, ma includono anche bagagli gratuiti e offrono un viaggio più veloce, economico e confortevole. Se si sommano i costi totali di un viaggio con Ryanair, rispetto ai costi totali di un viaggio con una grande compagnia aerea allo stesso tempo, ora è più spesso il caso che l’opzione Ryanair finisce per essere più costosa (se prenotata al momento giusto, naturalmente).

In sostanza, questo significa che Ryanair punta su due cose per rimanere rilevante per i clienti: 1) I clienti sono abituati a Ryanair come alternativa più economica e continueranno quindi a prenotare Ryanair senza chiedersi se sia ancora la stessa cosa. 2) I clienti guarderanno solo ai prezzi di superficie dell’aereo e non si troveranno nella difficoltà di ricercare e calcolare i costi totali del loro viaggio.

Purtroppo per Ryanair, abbiamo notato. La voce si sta diffondendo e molte compagnie si rifiutano già di rimborsare i propri dipendenti per i viaggi effettuati con Ryanair, preferendo invece pagare un po’ di più se necessario, per evitare di sostenere le pratiche commerciali poco chiare di Ryanair.

Non importa quanti soldi Ryanair fa con ulteriori acquisti prioritari di passeggeri, non sarà sufficiente a compensare la perdita di entrate di tutti quei passeggeri che si rifiutano di prenotare un volo Ryanair, non solo per principio, ma anche perché si rendono conto che alla fine della giornata Ryanair può essere incredibilmente economico, ma non necessariamente più per i suoi clienti.

Dominik Kirchdorfer
Dominik is a European writer and entrepreneur of Austrian and Polish descent. His passion is storytelling and he wants to do everything in his power to give the story of Europe a happy ending. He is currently the President of the EFF - European Future Forum, as well as Editorial Coordinator for the EUREKA Network, Editor In-Chief of Euro Babble and Managing Editor of Italics Magazine. Twitter: @NikKirkham
http://www.nikkirkham.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *